Comitato Provinciale di Ferrara
Via G. Bongiovanni, 21 - 44122 Ferrara - Tel./Fax. 0532 56007


Torna alla pagina iniziale

PRESENTAZIONE DEL COMITATO DI FERRARA

La provincia di Ferrara é suddivisa in 26 Comuni con una popolazione di circa 360.000 abitanti.
La tradizione boccistica nelle nostre zone é nota e antica.
In tutti i paesi, anche i più piccoli, nelle frazioni o borgate della provincia, presso le case del popolo e nei circoli, esistevano dei campi da bocce scoperti che alla sera si animavano e le tenzoni tra amici, al cospetto dello storico fiasco, erano nella norma.
La storia delle "bocce" non varia rispetto alle altre zone d'Italia, come anche le sue evoluzioni e le ultime vicissitudini.
La nostra provincia nel 2015 tornerà ad essere coperta da bocciofile in 4 Comuni;
1 nel Comune di Argenta  con 4 corsie sintetiche coperte e riscaldate,
1 nel Comune di Bondeno con 4 corsie sintetiche coperte e riscaldate,
1 nel Comune di Cento con 4 corsie sintetiche coperte e riscaldate,
8 nel Comune di Ferrara per un totale di 12 corsie sintetiche coperte e riscaldate, 3 corsie sintetiche sotto tettoia e 4 corsie sintetiche all'aperto, tra queste ultime ha ripreso l'attività, dopo molti anni, la Società "La Bocciofila" di San Bartolomeo in Bosco che, dopo la chiusura della Bocciofila di Spinazzino, ha esaudito il desiderio dei bocciofili della zona che hanno risentito della mancanza dei campi da bocce in loco per soddisfare la loro passione.
Alla metà dell'anno 2003 si è costituita una nuova Società con 4 corsie sintetiche coperte, presso il Comune di Malalbergo, in provincia di Bologna, che ha scelto di affiliarsi presso il nostro Comitato poichè quasi tutti i dirigenti ed atleti, pur residenti in questa cittadina di confine, erano tesserati per una Società del nostro Comitato.
Come si nota, sono rimaste pochissime corsie all'aperto, tutte le Società, se hanno voluto sopravvivere ai tempi, hanno dovuto coprirle e riscaldarle.
I tesserati all'attività agonistica sono ormai calati a meno di 300 unità; ed ai giovani mancano gli incentivi per avvicinarsi al nostro sport, facendo così mancare il naturale ricambio, anche se negli ultimi anni, grazie ad un progetto nazionale, sviluppato dal Comitato Regionale nel nostro territorio, ed al sacrificio di bocciofili e con la formazioni di quadri specializzati, si è iniziato a portare il nostro sport nelle scuole primarie e qualche giovane si è avvicinato al nostro sport, anche con ottimi risultati.
Il progetto si sta sviluppando anche nelle scuole di Argenta, Malalbergo/Altedo e Bondeno; speriamo in buoni risultati.
Non è calcolabile il numero di persone che praticano lo sport delle bocce come passatempo senza essere in possesso di alcuna tessera. Sappiamo però che sono un notevole numero.
Sono sempre meno gli atleti che svolgono un'intensa attività agonistica ai massimi livelli, Regionale e Nazionale, a causa anche delle notevoli distanze dagli altri bocciodromi della Regione. La maggioranza dei tesserati partecipa solo alle gare che si svolgono sul territorio provinciale. Infine, la patologica mancanza di sponsor nelle nostre Società, favorisce la migrazione dei nostri atleti verso le province limitrofe (peraltro facendosi onore). 

Queste pagine vogliono essere uno strumento per permettere a sempre piú persone di venire a conoscenza dell'attività che il nostro Comitato, tramite le proprie Società, svolge.
Per le Società ed i Bocciofili speriamo possa diventare un punto di riferimento a cui rivolgersi.

Buona navigazione e se avete consigli o comunque volete contattarci, mandate una e-mail all'indirizzo in intestazione.

Cordialmente.

Il Presidente
Mirco Neri